Escursioni natura con il Battello LIANTI

Lianti

Il Comune di SAN TEODORO informa che si è tenuta l’inaugurazione di “LIANTI” il barcone che organizza passeggiate nelle acque della laguna, alla scoperta di un suggestivo angolo di territorio, tra rocce forgiate dal vento e voli di gabbiani, cormorani aironi e fenicotteri rosa.


Una vista unica e inusuale delle rive dello stagno - una delle zone umide più importanti della Sardegna, inserita nelle aree Sic (sito d’interesse comunitario) per il suo valore naturalistico, che per la prima volta si mostra ai visitatori in tutta la sua globalità: 230 ettari di estensione, che possono essere ammirati a bordo di un’imbarcazione. È “Lianti”, Levante in gallurese, ad accompagnare gli amanti della natura nel periplo della laguna scivolando lentamente sull’acqua, un tour di circa un’ora per ammirare il sito da un altro punto di vista (informazioni su orari e costi al 366/5319797).
Un’iniziativa nuova, voluta dalla Società Stagno, che gestisce l’attività di pesca della laguna (di cui il Comune detiene il 51% del capitale azionario), e curata dalla neo associazione Orizzonti di Gallura, per ora composta da Elio Bacciu, comandante del Boat 32, un barcone da una trentina di posti, Manuel Pirina e Anna Rita Sanna. L’escursione nello stagno è la prima di una serie di attività che l’associazione promuoverà per valorizzare e far conoscere le bellezze del sito, patrimonio che comprende pure una sessantina di ettari di macchia mediterranea, occasione per incentivare il turismo ambientale ed ecosostenibile, rispettoso dell’habitat naturale. «Nei programmi dell’associazione, la realizzazione di nuovi percorsi naturalistici e di punti di osservazione dell’avifauna», spiega il presidente della società Stagno Luciano Decandia, presente al viaggio inaugurale di Lianti, insieme al sindaco Tonino Meloni. Il progetto si affianca alle attività già in atto nella laguna: l’allevamento di ostriche e di arselle, e la pesca estensiva.