Controllo delle denunce di inizio attività

Al fine di far fronte ai molteplici adempimenti ed oneri che incombono sull'Ufficio, con l'intento di migliorare il servizio, nel rispetto degli obiettivi di legalità, economicità e di leale rapporto con gli utenti, su proposta del Responsabile del Servizio, la Giunta Comunale nella seduta del 30/01/2015, ha emanato le direttive per una corretta e trasparente applicazione di procedure di semplificazione, attraverso l'istituzione di criteri di selezione casuale (tramite sorteggio pubblico) di una percentuale prestabilita delle Denunce di Inizio Attività (DIA / SCIA) da assoggettare a controlli (di norma il 10% )

Al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi prefissati, si invitano i Sig.ri Tecnici e/o comunque gli utenti interessati, di fare uso della modulistica allo scopo predisposta, compilando con diligenza tutti i campi necessari per la tipologia degli interventi ed integrando la documentazione ivi prevista, in maniera tale da rendere le Denunce regolari anche sotto il profilo della completezza formale degli atti.

Con riferimento alle Denunce già depositate, si invitano i Sig.ri Tecnici di voler integrare eventuale documentazione mancante necessaria per la formale completezza. Le pratiche incomplete sotto il profilo formale non potranno essere sottoposte a sorteggio .

Si rammenta che le certificazioni e le dichiarazioni, mendaci possono essere assoggettate oltre che a provvedimenti amministrativi anche a sanzioni penali .

Si informa che sono disponibili i nuovi modelli unificati e semplificati concordati nella conferenza unificata del 18/12/2014 tra Governo, Regioni, Comuni, Città Metropolitane e Provincie per la comunicazione di inizio lavori (CIL) e per la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) per gli interventi di edilizia libera (*).

(*) Fatti salvi gli adeguamenti che la R.A.S. (Regione Autonoma Sardegna), in ragione della propria potestà legislativa urbanistica, potrà introdurre.

Link di riferimento: