Giovani: lavorare per un anno in progetti di utilità sociale

offerteLa Regione Autonoma della Sardegna informa che un intervento previsto dal piano straordinario per l’occupazione e per il lavoro prevede di impiegare per un anno giovani disoccupati/inoccupati/inattivi nella partecipazione a progetti di utilità e rilievo sociale

Il bando dell’Assessorato regionale del Lavoro è finalizzato ad accrescere le competenze dei giovani sardi che vogliano impegnarsi in progetti presentati da associazioni, fondazioni, organismi di promozione sociale, senza finalità di lucro, operanti nei settori relativi alla salvaguardia, tutela e valorizzazione dell'ambiente e del patrimonio artistico e culturale, nonché nell’ambito della promozione e aggregazione sociale. 


L’intervento si pone la duplice finalità di valorizzare il patrimonio di conoscenze e di esperienze delle associazioni che propongono e realizzano i progetti e di accrescere le competenze dei giovani impiegati nei progetti. 

L’impiego avrà una durata annuale per un impegno di 20 ore settimanali retribuite con un contributo mensile netto di 400 euro. L’assicurazione per responsabilità civile e gli oneri INAIL saranno a carico dell’Amministrazione Regionale. E’ prevista anche una indennità di trasporto. 

Possono partecipare al bando i giovani disoccupati, inoccupati e inattivi, residenti in Sardegna o emigrati o figli di emigrati, di età compresa tra i 18 e i 32 anni in possesso dei seguenti requisiti: 
•diploma di scuola media superiore per i giovani in età compresa tra i 18 e i 27 anni; 
•diploma di laurea, anche di durata triennale, per i giovani in età compresa tra i 28 e i 32 anni. 

I destinatari dovranno presentare la propria candidatura utilizzando esclusivamente il modulo online disponibile dal 15 al 30 novembre 2011. La domanda di partecipazione dovrà essere poi stampata e inviata con posta raccomandata all’Assessorato entro il 30 novembre 2011. 

Le risorse finanziarie disponibili per questo bando sono pari a 5 milioni di euro. 

Consulta i documenti o contatta l'Assessorato regionale del Lavoro www.regione.sardegna.it

Articolo tratto dal sito della Regione Autonoma della Sardegna del 7.11.2011